Siciliambiente Engineering

From the Blog

fonometro

Come usare lo smartphone come fonometro

OpeNoise è una app, sviluppata da Arpa Piemonte, Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella, che rende possibile misurare il rumore con il proprio smartphone Android.

Quando si parla di inquinamento si tende a considerare soltanto le tristemente famose polveri fini durante l’inverno, o ancora, le emissioni dei gas di scarico dei mezzi di trasporto; eppure, ci sono tantissime forme (molto diverse tra di loro) di inquinamento, che in ogni caso vanno a rompere un equilibrio, creando situazioni fastidiose ed innaturali in tantissimi contesti. Una tipologia di inquinamento, spesso sottovalutato, è quello acustico.

Proprio per l’inquinamento acustico è stata sviluppata l’app OpeNoise, realizzata in collaborazione tra l’Arpa Piemonte, il Politecnico di Torino e l’Istituto Superiore Mario Boella, che, dopo un anno di lavoro di sviluppo, è ora a disposizione degli utenti Android che possono installarla sul loro smartphone, e poter così monitorare il livello di rumore come se avessero un vero fonometro.

Ma quanto è precisa questa app? Test svolti tanto in laboratorio quanto in situazioni reali, hanno evidenziato che l’applicazione OpeNoise ha reso dati sostanzialmente attendibili in rapporto ai risultati ottenuti tramite l’impiego di fonometri ad uso professionale prendendo come riferimento i dati relativi a fenomeni sonori che possano fungere da metro di paragone nella vita reale.

Grazie a questo nuovo strumento, quindi, chiunque potrà farsi parte attiva nell’attività di monitoraggio dell’inquinamento acustico nel territorio, un fenomeno che spesso non viene preso in considerazione, ma che può avere effetti negativi sulla qualità di vita delle persone, influendo negativamente sul sonno o rendendo difficile la concentrazione.

E’ comunque doveroso precisare che l’app può fornire dati di massima; per misurazioni precise è sempre necessario l’utilizzo di uno strumento professionale.

Le funzioni principali, come riportato dallo sviluppatore, sono le seguenti:

  • Misurazione in tempo reale del livello equivalente di pressione sonora ponderato A
  • Indicazione livello minimo e massimo
  • Analisi in terzi di ottava e FFT
  • Salvataggio dati in un file di testo
  • Scelta tempo di campionamento
  • Calibrazione

La pagina dell’app sul google play store è raggiungibile a questo indirizzo.

Have your say

Come usare lo smartphone come fonometro

di Giuseppe F. Romano tempo di lettura: 1 min
0